slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3

MANVOVRINA, COSA CAMBIA PER COMUNI, PROVINCE. IL SENATORE DEM SANTINI ANNUNCIA NUOVE RISORSE E LO SBLOCCO DEL TURNOVER PER I PICCOLI COMUNI. AL VIA I COSTI STANDARD IN AMBITO NON SANITARIO ANCHE PER LE REGIONI

MANVOVRINA, COSA CAMBIA PER COMUNI, PROVINCE. IL SENATORE DEM SANTINI ANNUNCIA NUOVE RISORSE E LO SBLOCCO DEL TURNOVER PER I PICCOLI COMUNI. AL VIA I COSTI STANDARD IN AMBITO NON SANITARIO ANCHE PER LE REGIONI

Padova 17 giugno 2017 – “La manovrina appena approvata dal Parlamento introduce importanti novità per le province ed i comuni del Veneto – ad affermarlo è il senatore democratico Giorgio Santini. Che è stato relatore del provvedimento in Senato”.

“Per quanto riguarda le provincie l’obiettivo è quello di garantire a tali enti la capacità di assolvere pienamente a funzioni fondamentali importanti che sono ancora loro assegnate, quali quelle in materia di edilizia scolastica, di viabilità, di tutela dell'ambiente e di pianificazione e programmazione e di consentire loro di affrontare al meglio l'attuale fase transitoria ed emergenziale. – puntualizza il senatore -  Grazie alla cosiddetta manovrina non si risolvono tutti i problemi aperti delle province, ma si iniziano a dare le prime risposte che consentano a questi enti di vivere questa fase di transizione, per approdare ad un assetto, sia dal punto di vista istituzionale che dal punto di vista delle possibilità e delle competenze finanziarie, più stabile e definito, che ha come traguardo quello del 2019, anno nel quale verranno meno le misure di contribuzione ai saldi di finanza pubblica previste per le province e anno nel quale saranno torneranno ad essere disponibili risorse importanti. Nel frattempo, per il 2017 e il 2018, sono state ampliate le risorse a disposizione delle province fino a 180 milioni di euro per ciascuno dei suddetti anni per l'esercizio delle funzioni fondamentali.”

“Accanto a questa sono state approvate altre tre importanti disposizioni. La prima prevede un incremento da 100 a 170 milioni per il 2017, del contributo in favore delle province per l'attività di manutenzione straordinaria della rete viaria di competenza delle province; la seconda prevede un'autorizzazione ulteriore di spesa di 15 milioni di euro per il 2017, per gli interventi di edilizia scolastica, quindi con interventi che riguardano l'insieme delle funzioni fondamentali e le specifiche esigenze in materia di viabilità e di edilizia scolastica”

Per quanto riguarda i comuni è stata modificata la disciplina del Turn over del personale dei comuni tra 1000 e 3000 abitanti, dove lo sblocco delle assunzioni è previsto per il 100 per cento del personale non dirigenziale cessato nell'anno precedente. I piccoli comuni potranno dunque assumere liberamente. Per i restanti comuni, la percentuale è fissata nel 90 per cento. Si segnalano, poi, le disposizioni relative alla determinazione e alla ripartizione del Fondo di solidarietà comunale e le misure di  semplificazione  che discendono dall'entrata in vigore del principio del pareggio di bilancio. Per favorire la fusione tra comuni, è stato previsto che non si applichino, nei primi 5 anni dalla fusione, i vincoli stabiliti dalla normativa vigente per le assunzioni a tempo determinato.”

“Per quanto riguarda le Regioni, un'apposita disposizione stabilisce, per l'anno 2017, la ripartizione tra le regioni a statuto ordinario degli spazi finanziari per favorire gli investimenti per complessivi 500 milioni di euro, già stanziati dalla legge di bilancio 2017. Un ulteriore intervento riguarda l'attribuzione di quote del Fondo da ripartire per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese. Accanto a questa si prevede un ulteriore passo avanti nella definizione e nella definizione dei costi standard, a decorrere dall'anno 2017, la predisposizione da parte della Commissione tecnica per i fabbisogni standard delle metodologie per ladeterminazione dei fabbisogni e delle capacità fiscali standard delle Regioni a statuto ordinario, nelle materie diverse dalla sanità.

Copyright @ 2013 Giorgio Santini